Come calici preziosi….

Camminavo. Improvviso, un rumore di vetri in frantumi.

Una signora accucciata raccattava i bicchieri rimasti integri dopo la caduta mentre una macchia estesa di brillanti frantumi circondava la borsa di carta nella quale, presumo, aveva messo i bicchieri appena acquistati.

La borsa deve aver ceduto. Parevano bei calici. Lei a mezza voce imprecava.

Ho pensato subito alla vita. La teniamo,  a volte, in una borsa di carta, delicata e fragile come è, in modo superficiale; con scarsa attenzione ce la portiamo appresso. Poi d’improvviso la borsa si rompe, tutto cade a terra e si disintegra.

Solo in quel momento ci rendiamo conto di quanto fosse prezioso il contenuto, la vita, e di quanta leggerezza e banalità abbiamo avuto nel viverla.

Appunto come avere dei bellissimi e costosi calici in una borsa di carta.

A  quel punto ci soffermiamo a raccattare i pezzi, facciamo la conta per verificare cosa è rimasto integro, cosa è in frantumi, così piccoli forse da non poter  rimettrerli insieme.

Vita preziosa nelle nostre mani, un dono delicato di cui a volte non ci rendiamo conto di quanto sia bello, splendente, ricco, fragile. Fino al momento della sua distruzione.

Il tutto è avvenuto davanti alla porta di un negozio le cui luci accendevano luminosi riverberi in quei minuti frammenti. Parevano diamanti.

E la donna accucciata siamo noi che ci fermiamo quando il danno ormai è avvenuto, a raccogliere le rimanenze, se ce ne sono.

 frantumi-di-luce

3 pensieri su “Come calici preziosi….

  1. Cara Silvana, davvero azzeccata questa tua riflessione. Questo senso di precarietà e fragilità percorre tutta la nostra vita, ma poche volte ci soffermiamo a pensarci. MA in fondo ne abbiamo colpa? Se ci fermiamo a pensare alla nostra fragile borsa, forse è la volta che iniziamo a tremare troppo e rischiamo che ci caschi prima… Un bacione, Diana

  2. Ciao Diana.

    Non è no un invito pessimista il mio. Anzi. E poi… tu così giovane giustamente sottolinei la positività con cui si deve vivere la vita per non soccombere sotto il peso della fragilità.
    Ma… il mio è un tentativo di dire, anzi di raccomandare, a ognuno di noi di ricordarci della preziosità del dono che abbiamo: la vita e per questo di viverla al meglio. Non con paura ma con pienezza e delicatezza.

    Un bacio a te e alla tua bella famiglia. Silvana

Dimmi cosa ne pensi, te ne sarei grata.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...