Strani brividi nell’aria

Strani brividi nell’aria che sa di primavera

non solo zefiri

soffiano sull’anima

grattano la scorza

emerge un mondo di pensieri incastrati sotto scatole vuote

appare tutto il dolore che affligge

un mondo rinsecchito

è tempo che dal terriccio coperto di cemento

sbuchino germogli

li chiama il vento

la mano di un bambino che accarezza un cane

dal volto triste

sconsolato essere abbandonato

come me

come te

nell’inutile frastuono che bombarda intorno.

bambino con cane

Dimmi cosa ne pensi, te ne sarei grata.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...