Il pianto del cielo

Oggi sole, tepore immenso, dilagante. Ieri pioggia infinita, pianto dirompente e continuato di un cielo che più non tollera il male diffuso.

E lava violento, il cielo, sfronda tetti e piante, spazza ponti e strade e fa male.

Ormai l’uomo ha occupato la terra, se ne è impadronito, non ci vive con rispetto per nutrirsi e crescere, lo fa con possesso esasperato.

Mors tua vita mea” è il suo motto. Che ciò significhi distruggere gli aborigeni d’Australia, togliere dignità e cibo alle persone, estirpare piante, estinguere animali, non importa.

Il profitto, il possesso, il denaro e il potere sono le forze che governano il cuore di tanti uomini.

E ciò che si frappone al raggiungimento dell’obiettivo va distrutto senza pietà.

Poi piangiamo sui nostri stessi malanni quando siamo noi gli artefici di tanta distruzione.

Quando cuore e mente e spirito e corpo e mani andranno nella stessa direzione?

genova_alluvione

Dimmi cosa ne pensi, te ne sarei grata.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...