L’ultima farfalla

Si era attardata in giardino e ora cercava spasmodica un fiore, un’ala del suo stesso colore.

Sbatteva  disorientata contro il muro, si tuffava negli ultimi fiori , senza grazia, a peso morto, come in caduta libera.

Era sola e spaventata. Lo sbattere frenetico delle piccole ali chiamava una presenza amica:

Dove siete sorelle? Voglio casa, dove siete, fatevi trovare.”

Non poteva fare nulla Paolo se non guardare. Toccare , anche solo sfiorare l’ala, avrebbe per sempre bloccato il volo, reso pesante al vento quel guizzare ora leggero.

Era una cavolaia bianca, si accontentava di un fiore di geranio per il nettare o di una gialla corolla di tarassaco.

Le ombre lunghe dell’autunno già rendevano l’aria umida, sia pure ricca degli ultimi profumi.

D’improvviso l’aria si fece dorata, sembrava un raggio cadesse dall’alto proprio sopra la piccola aiola ove lei cercava cibo, compagnia, casa.

Tranquilla Bianca, ti aiuto io. Oggi resterò a lungo in cielo , per te, così potrai aspettare l’arrivo delle sorelle. Le vedo, sono volate 3 giardini più in là. Lo so, troppo lontano per le tue piccole ali”

Sole aveva parlato, si era fermato in cielo: l’ombra restava sospesa lontana, i fiori in quel tepore emisero nuovi profumi, Bianca li andò a cercare, si posò lieve sui petali solidi e fragranti e aspirò il dolce nettare che pareva essere lì apposta per lei, ad aspettare che lo succhiasse.

Dopo alcune lunghe e deliziose sorsate alzò le antenne curiosa e forte, si sentiva di nuovo in forze e fiduciosa si guardò intorno.

Ecco là, sulla recinzione volavano un gruppo di farfalle bianche, gialle, rossonere. Una azzurra anche . Richiamate dai profumi del giardino erano tornate indietro.

Ciao Bianca, che fai qui tutta sola? Lo sai che arriva l’inverno.”

La piccola farfalla spiccò un alto volo, poi si tuffò in basso, piroettò felice. Non si sentiva più sola.

Si inarcò lungo il raggio di sole ancora sospeso sull’aiola, salendo salendo.

Mai nessuna farfalla prima aveva volato così bene, nemmeno le Farfalle- Stelle della danza, quelle che tutto il mondo farfallesco e umano osservava e fotografava e filmava per immortalarne la bellezza.

Sole si sentì sfiorare da quelle ali vellutate e vibrò di gioia. Musica e danza si intrecciavano in quell’ultimo angolo di primaveraestate sopravvissuto alla mano fredda dell’inverno. Ore o frazioni di attimo ?

Anche Paolo alla finestra seguì lo spettacolo. Aveva visto il volo solitario di Bianca, non poteva uscire e parlarle, non poteva respirare l’aria nella quale lei volava.

Tutto viveva e vedeva attraverso una finestra , usava un carrozzino per muoversi e servivano mani forti per portarlo. Non sempre ce n’erano di disponibili per lui, per portarlo a spasso e giocarci assieme.

Aveva visto l’ansia di Bianca, lui la conosceva quella mano che stringeva il cuore come un morso. Lui sentiva le onde tristi che emanava Bianca.

Poi vide il gruppo sempre più numeroso di farfalle arrivate sotto casa.

Ne sentì le risa, l’allegria, gli scherzi e si accorse della gioia luminosa di Bianca. Non più sola.

Lei piccola ultima nata che ancora non riconosceva il ritmo delle stagioni, gli odori dei giorni, che si perdeva disorientata nella luce che mutava così rapidamente di ora in ora. Ora  volava sicura e felice.

Paolo sentì la gioia scaldargli il cuore e non solo, le gambe fremevano, volevano scendere e correre sul prato. Aprì la porta proibita e guidò con le sue piccole mani le ruote del carrozzino, uscì nell’aria che sapeva ancora d’estate per lui, per Bianca.

Sole allungò un altro raggio su Paolo, lo carezzò, Bianca si tuffò su lui alla ricerca di ogni angolo di luce, sul prato giocavano altri bimbi.

Corsero incontro a Paolo, lo presero per mano mentre un paio di forti braccia guidavano il suo trabiccolo per finire insieme quel girotondo che stavano danzando.

cavolaia 1

Dimmi cosa ne pensi, te ne sarei grata.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...