Giugno

Giugno

il mese in cui conobbi il mondo

estate piena

solstizio

nei biondi campi si mieteva il grano

mia madre affaccendata

preparava il pranzo ai braccianti

sudati stanchi affamati

mentre si preparava il parto

sarei sbocciata nell’ora più calda della siesta

quando il mondo intero riposava sotto la canicola

tra dolori e sudori la provvidenza colmava la stanza

a giugno conobbi il colore biondo luminoso della vita

gli odori dell’estate colma

i sapori della terra e dei suoi frutti

io stessa frutto

apparso imprevisto improvviso

accolto amato

braccia gioiose e grate

di padre e madre per la seconda volta

stringevano un fagottino ciccioso e roseo

io con loro cantavo alla vita.

A modo mio.

Dimmi cosa ne pensi, te ne sarei grata.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...